Information

Populate the side area with widgets, images, and more. Easily add social icons linking to your social media pages and make sure that they are always just one click away.
 

Il sistema tronco inferiore

Il centro.

Una regione fondamentale del corpo vivente è il centro, costituito dalla regione lombopelvica. Essenzialmente, il centro si declina innanzitutto come centro unitario. Ciò significa che ogni fenomeno dinamico che interessa qualsiasi parte della periferia corporea trova un riscontro rappresentativo (di segnalazione) e adattativo (di accomodazione) nel centro.

Un’altra declinazione fondamentale del centro è il suo essere un luogo di organizzazione globale. Il suo essere sempre coinvolto dalle dinamiche periferiche comporta che esso sia il luogo di convergenza e di diramazione di forze da e per la periferia, alla ricerca di una equilibrazione complessiva o di un orientamento coerente.

Questa funzione come centro unitario e organizzativo non si pone solo su un piano di forze fisiche cieche e deterministiche, ma rivela il suo necessario coinvolgimento somestesico in ogni esperienza corporea. Tale coinvolgimento somestesico è un atto di intelligenza situazionale spontanea e immediata, ancor prima che se ne possa formulare un pensiero verbale.

Per questo motivo la capacità di coinvolgimento somestesico del centro risulta compromessa secondo forme e gradi più o meno importanti nei pazienti che soffrono di qualsiasi condizione somatica, e una vera terapia non può non porsi il compito di recuperare tale coinvolgimento.

 

Il sostegno assiale.

La regione lombopelvica si trova anche al centro della traiettoria verticale che unisce le due estremità dei piedi e del capo. All’interno di questa traiettoria si gioca la dialettica fra la forza peso discendente che comprime fra loro gli strati sovrapposti del corpo per dissiparsi al suolo, e la forza vincolare ascendente che dà sostegno assiale al corpo.

La rottura di questa doppia linea ascendente-discendente, con la prevalenza della dinamica di compressione su quella di sostegno, si manifesta con evidenza nelle posture asteniche così frequenti nella popolazione. In tale postura si rendono palesi due fenomeni di cedimento strettamente connessi. Anteriormente si nota la sovra-distensione della parete addominale priva di tono. Posteriormente si nota la chiusura compressa del passaggio lombo-sacrale.

In prospettiva terapeutica si rivela cruciale il risveglio del tono di sostegno addominale come centro che recupera la continuità lineare con i passaggi inferiore (piedi-suolo) e superiore (capo-zenith) e permette il riaprirsi e scaricarsi del passaggio lombo-sacrale.

Lo scrigno segreto.

Il centro somatico è anche il luogo che custodisce gli organi escretori e della sessualità. Luogo carichi di energia e piacere vitale che sfuggono a ogni pretesa di controllo volontario. Ma anche luogo che si carica delle vergogne più profonde. E quindi luogo da nascondere come il più sacro e conturbante, il più puro e il più sporco. Finisce così spesso per rimanere stabilmente in un cono d’ombra, rimosso alla coscienza, soggetto a cambiamenti problematici non avvertiti o malcelati.

Esso è destinato quindi a rimanere il nostro luogo segreto, e volendolo considerare nel suo profilo positivo: il nostro scrigno segreto. Ma in quanto scrigno che custodisce segreti di valore, esso va risvegliato nelle sue tonalità somestesiche, senza paura che le tonalità somestesiche si accompagnino a una carica erotica naturale: è la forma della sua vitalità.

Ogni approccio riabilitativo che considera i problemi di quest’area in termini puramente funzionali, come ad esempio l’incontinenza pelvica, fa un’opera di rimozione della sua vitalità erotica, e lo perde di vista come luogo di senso.