Information

Populate the side area with widgets, images, and more. Easily add social icons linking to your social media pages and make sure that they are always just one click away.
 

Luoghi Espressivi

Tutto il corpo vivente possiede la facoltà costitutiva dell’espressività, indicando con essa la capacità di trasmettere nel proprio spazio di esperienza, e quindi alla percezione di altri soggetti, le proprie condizioni dinamiche e affettive intrinseche. L’espressività è una funzione fondamentale nell’instaurarsi di una sintonia fra il corpo e il suo ambiente (sintonia ecologica), fra il corpo e un altro corpo (sintonia intersomatica) e fra i diversi luoghi interni al corpo stessi (sintonia intrasomatica).
Esistono particolari luoghi nel corpo, come la mano e il volto, che possiedono una facoltà espressiva privilegiata, e che in tal senso chiamo luoghi di risalto espressivo. Essi possono divenire la guida intrinseca perché il corpo vivente possa affrontare le proprie sofferenze tonali, favorendo il risveglio e l’integrazione della tonalità somestesica.

La Mano e il risalto dinamico.

La mano è il luogo di relazione dinamica per eccellenza. La sua lunga esperienza di attraversamenti spaziali, di contatti e di manipolazioni oggettuali, la rendono il luogo più pregno del senso della densità e malleabilità dei corpi. Essa è quindi il maestro interiore incarnato, la guida capace di instaurare una relazione sinestesica intima e immediata con gli altri luoghi del corpo, accendendo e regolando dinamicamente la loro tonalità intrinseca e la loro relazione con il loro spazio di riferimento.

La Bocca e il respiro vocalico.

La bocca è il luogo di relazione affettiva per eccellenza. Ed è anche il luogo nelle sue interne tensioni e costrizioni segnala immediatamente una sofferenza affettiva. La liberazione espressiva della bocca, del respiro vocalico e del suono tende a irradiare a tutto il corpo, trasformando il suo clima.  E la forma vocalica si propone in relazione analogica come forma possibile per la globalità del corpo.